www.presszanchi.com utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore, rispettando la privacy secondo le norme previste dalla legge. Usando il nostro servizio, acconsenti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per saperne di più o negare il consenso leggi l'informativa completa.

LE MARCHE PROTAGONISTE SU LA7

LA7_Fuori_di_Gusto_Fede_Tinto_Vladi.jpgDomenica 10 marzo 2013
IN ONDA SU LA7

Fede, Tinto e Vladi in viaggio tra le eccellenze enogastronomiche marchigiane tra cui URBINO DEI LAGHI Ristorante e Naturalmente Pizza presso URBINO RESORT nella Tenuta Ss. Giacomo e Filippo

La prossima puntata di FUORI DI GUSTO in onda su LA7 domenica 10 marzo alle ore 11.05 sarà tutta dedicata alle eccellenze marchigiane.

FUORI DI GUSTO regala ogni settimana un inedito road trip enogastronomico con cui Federico Quaranta e Nicola Prudente (in arte Fede e Tinto), popolari conduttori del programma radiofonico Decanter, insieme a Vladimir Luxuria ci conducono alla scoperta delle meraviglie culinarie e paesaggistiche del Bel Paese.
Nella puntata del 10 marzo ci faranno conoscere luoghi e personaggi, profumi e sapori delle Marche, tra degustazioni, incontri con produttori, cuochi, artisti, ma anche gente comune. 

Fede Tinto e Vladi arriveranno a Urbino, città di Raffaello, una delle più importanti realtà medievali italiane; visiteranno il famoso Palazzo Ducale, andranno alla ricerca dei tartufi di Acqualagna e prepareranno le celebri Casciotte dop.

Ma non solo! Fede seguirà la fase produttiva della birra Collesi e racconterà il progetto dell’Associazione Apecchio città della birra; Tinto incontrerà il presidente del consorzio tutela vini ALBERTO MAZZONI e degusterà i vini marchigiani e Vladi entrerà nelle cucine di Urbino dei Laghi presso Urbino Resort nella Tenuta Ss. Giacomo e Filippo, per preparare i tortelli di patate con funghi insieme allo chef Stefano Ciotti.
Nel gran finale i ragazzi raggiungeranno Vladi a Urbino dei Laghi per assaggiare il frutto del suo lavoro e brinderanno alle meraviglie e alle prelibatezze marchigiane. 

I FRUTTI DIMENTICATI

URBINO_DEI_LAGHI_8__-_Stefano_Ciotti_ph_Silvano_Bacciardi.jpeg26 febbraio 2013
MIRROR LOUNGE&RESTAURANT - MILANO

Le Marche sono in tavola a Milano alla cena-evento dedicata ai frutti dimenticati e antichi e ai prodotti di coltivazione biologica della tradizione marchigiana.
Dopo l’interessante lezione storica a cura del Prof. Silvano Buccolini di SI.GI. (18.30 -19.30) segue cena alle 20.00 con lo chef Sandro Mesti del MIRROR Lounge&Restaurant e, ospite per l’occasione, lo chef Stefano Ciotti di URBINO DEI LAGHI Ristorante e Naturalmente Pizza che renderanno i frutti protagonisti di tutte le portate del menù, dall’antipasto al dessert!

Stefano Ciotti
Già executive chef al Carducci 76/Vicolo Santa Lucia di Cattolica, Stefano Ciotti è ora alla direzione di URBINO DEI LAGHI Ristorante e Naturalmente Pizza nella TENUTA Ss. Giacomo e Filippo ai piedi di Urbino che vanta trecentosessanta ettari a coltivazione biologica. Un’azienda che è la consacrazione di un culto agricolo reiterato da generazioni sul territorio di San Giacomo in Foglia nel Montefeltro, grazie al quale la tradizione delle colture si tramanda e si rinnova nelle rigogliose piantagioni di vite, ulivi, grano e frutteti, oltre che negli orti ricchi di verdure ed erbe aromatiche.La cena-evento I frutti dimenticati… dedicata alle Marche sarà l’occasione per proporre la sua cucina di alto livello, in grado di tramandare tradizione e sapori autentici come vere e proprie emozioni del gusto completamente “naturali”.

INFO T 02 78627000 THE HUB HOTEL 

COMUNICATO STAMPA

PER TUTTI I GUSTI: TASTE OF MARCHE

URBINO_DEI_LAGHI_17_-_Stefano_Ciotti.jpeg25 febbraio 2013
RISTORANTE "IL CANNETO" - MILANO

Le eccellenze marchigiane sono le protagoniste del secondo appuntamento 2013 della rassegna enogastronomica Per Tutti i Gusti - Il giro d'Italia a tavola. Top chef vi aspettano allo Sheraton Milan Malpensa Hotel con ricette d'autore

Le Marche sono la regione protagonista del secondo appuntamento dell'anno di Per Tutti i Gusti - Il giro d'Italia a tavola, la rassegna organizzata dagli Hotel Starwood di Milano e coordinata dal direttore di collane enogastronomiche Carlo Vischi. Giovani e rinomati chef vi condurranno alla scoperta di piatti e sapori della tradizione, con cene, aperitivi e show cooking per gustare ricette d'autore.

L'appuntamento da segnare in agenda per il mese di febbraio dedicato alla cucina marchigiana è fissato per lunedì 25 febbraio. Lo chef executive Enrico Fiorentini del ristorante "Il Canneto" dello Sheraton Malpensa, ospita per uno show cooking dalle 15 (aperto a giornalisti e food blogger) e per una cena, aperta al pubblico, gli chef Lucio Pompili di Symposium di Cartoceto; Stefano Ciotti di Urbino dei Laghi di Urbino; Michele Biagiola di Le Case di Macerata e Errico Recanati di Andreina di Loreto.

CONSERVA IL PAESAGGIO - La scoperta del paesaggio della “Gioconda”

COVER_Codice_P.jpg10 febbraio 2013
URBINO RESORT - TENUTA SANTI GIACOMO E FILIPPO

Rosetta Borchia e Olivia Nesci, autrici del volume Codice P. atlante illustrato del reale paesaggio della Gioconda, edito da Electa, presentano la conferenza di approfondimento “La scoperta del paesaggio della Gioconda nei territori dell’antico Ducato di Urbino”.
L’incontro si terrà proprio tra le colline del Montefeltro, presso URBINO Resort (sala conferenze) nella Tenuta Ss. Giacomo e Filippo, domenica 10 febbraio 2013 alle ore 17 (segue aperitivo) ed illustrerà i luoghi reali dell’antico Ducato di Urbino, ripresi da Leonardo da Vinci nel suo celebre capolavoro.

La conferenza si inserisce nell’ambito degli eventi sul tema CONSERVA IL PAESAGGIO, promossi da URBINO Resort al fine di contribuire alla valorizzazione del territorio nel rispetto dell’ambiente e delle sue radici storiche. La Tenuta  Ss. Giacomo e Filippo nel bacino idrografico del fiume Foglia è infatti sito di Importanza Comunitaria (SIC) della Provincia di Pesaro e Urbino, sottoposto a costante salvaguardia, conservazione e recupero, ed è caratterizzato da colline marnoso-argillose, boschi, pianure fluviali e maestose querce secolari. Un area di 360 ettari, di proprietà della famiglia Bruscoli, che è la consacrazione di un culto agricolo reiterato da generazioni e grazie al quale la tradizione rinascimentale delle colture si tramanda e si rinnova nella terra vineata, nel viridarium e nelle ricche piantagioni.
Una parte di queste terre apparteneva per altro alla nonna paterna di Raffaello Sanzio, Isabecta De Lominis, madre di Giovanni Santi, ed è certa la frequentazione di questi luoghi da parte del Duca di Montefeltro, che qui aveva il suo casino di Caccia. 

CONSERVA IL PAESAGGIO - Il grande cavallo di Calcagnini

30_Calcagnini_INSTALLAZIONE_Urbino_Resort.jpg26 settembre 2012
URBINO RESORT - TENUTA SANTI GIACOMO E FILIPPO 

LAND ART a URBINO RESORT Il Pensiero è più veloce dell’Azione
installata la maestosa scultura di Gianni Calcagnini sulle colline del Montefeltro

Nell’ambito della rassegna CONSERVA IL PAESAGGIO inaugurata lo scorso giugno con musica, arte e passeggiate nella TENUTA Ss. Giacomo e Filippo presso URBINO Resort, si annuncia un nuovo importante intervento di arte contemporanea in dialogo con la natura: l’installazione permanente dell’ultima maestosa scultura di Gianni Calcagnini, Il Pensiero è più veloce dell’Azione, collocata sulle colline del Montefeltro.

Posizionata su uno dei crinali prossimi a Urbino, all’interno della Tenuta, la monumentale scultura di Calcagnini, raffigurante un imponente cavallo che salta il mondo, si vede svettare verso il cielo, in posizione dominante su tutta la vallata del Foglia ed è una piacevole sorpresa per chi percorre in ambo i sensi l’adiacente Strada Provinciale di Montefabbri.

La Tenuta  Ss. Giacomo e Filippo è luogo ideale per l’arte di Calcagnini. In questo sito meraviglioso sottoposto a salvaguardia ambientale (sotto tutela del SIC della Provincia di Pesaro e Urbino), l’azienda URBINO Agricola tramanda e rinnova continuamente la tradizione rinascimentale delle colture e la filosofia della famiglia Bruscoli, proprietari della Tenuta, è da sempre la valorizzazione del territorio nel rispetto dell’ambiente e delle sue radici storiche; a questo si aggiunge la volontà di promuovere un’area così importante per la comunità attraverso il prezioso connubio tra Natura, Cultura e Arte, che consente di raccontare come l'intervento rispettoso dell'uomo sull'ecosistema possa essere fonte di arricchimento e sviluppo continui.