www.presszanchi.com utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore, rispettando la privacy secondo le norme previste dalla legge. Usando il nostro servizio, acconsenti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per saperne di più o negare il consenso leggi l'informativa completa.

AGOSTINO IACURCI. Tracing Vitruvio

Pin It

PESARO Iacurci Vitrivio14 luglio - 13 ottobre 2019
PALAZZO MOSCA - MUSEI CIVICI - PESARO

Il Comune di Pesaro, in collaborazione con l’Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani, presenta la mostra “Agostino Iacurci. Tracing Vitruvio. Viaggio onirico tra le pagine del De Architectura, a cura di Marcello Smarrelli, con la consulenza scientifica di Brunella Paolini, in programma a Palazzo Mosca - Musei Civici dal 14 luglio al 13 ottobre 2019.

L’esposizione fa parte del ciclo “Mostre per Leonardo e per Raffaello” a Pesaro, Fano e Urbino; progetto diffuso e messo in campo di concerto dai tre comuni nell’ambito delle celebrazioni promosse dal MIBAC per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci nel 2019 e di Raffaello Sanzio nel 2020, realizzato con il sostegno dei rispettivi Comitati nazionali, il contributo della Regione Marche e l’organizzazione di Sistema Museo.

La scelta di trattare la figura di Marco Vitruvio Pollione (80 a.C.- 15 a.C. circa) – celebre architetto e scrittore romano attivo nella seconda metà del I sec. a.C. considerato il più famoso teorico dell’architettura di tutti i tempi – nasce in continuità con Fano che celebra Leonardo Da Vinci attraverso i fogli del Codice Atlantico in cui più volte viene nominato Vitruvio, a cui la città secondo la tradizione avrebbe dato i natali.

Tracing Vitruvio. Viaggio onirico tra le pagine del De Architectura è un articolato progetto site specific concepito, per i Musei Civici di Pesaro, da Agostino Iacurci (1986) – artista noto in tutto il mondo soprattutto per i suoi monumentali dipinti murali realizzati nello spazio pubblico – composto da opere tridimensionali e pittoriche dal carattere fortemente scenografico, capaci di creare una dimensione suggestiva e coinvolgente che accompagna la presentazione di dieci diverse edizioni del De Architectura, provenienti dalla Biblioteca Oliveriana.

Il percorso si snoda partendo dal cortile di Palazzo Mosca, con monumentali istallazioni ispirate alle architetture vitruviane, accompagnate da una traccia sonora composta per l’occasione da Tuktu and the Belugas Quartet, e prosegue all’interno dei musei seguendo due fili conduttori. Uno più tradizionale e squisitamente filologico che intende analizzare la fortuna critica e editoriale del testo vitruviano risalente al I sec. a.C. e ampiamente diffuso nel Rinascimento grazie all’introduzione della stampa. Successo puntualmente documentato dalle raccolte oliveriane che annoverano numerose edizioni del De Architectura, alcune molto rare e preziose. Dieci di queste, accuratamente selezionate, sono riunite ai Musei Civici e presentate in ordine cronologico, aperte ognuna su uno dei dieci libri di cui l’opera è composta, in modo da poterne avere una panoramica completa e analizzarne più approfonditamente i contenuti. L’altro più libero e visionario, creato da Agostino Iacurci, la cui ricerca attuale è molto vicina ai temi dell’antico e allo studio sull’uso del colore nell’architettura e nelle arti plastiche di età classica.

LEONARDO E VITRUVIO: oltre il cerchio e il quadrato

Pin It

FANO Leonardo Vitruvio12 luglio al 13 ottobre 2019
MUSEO DEL PALAZZO MALATESTIANO - SALA MORGANITI - FANO

Nel 2019 ricorrono cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il “genio universale” del Rinascimento. Sono centinaia le manifestazioni e gli eventi di respiro internazionale programmati in tutta Europa, Italia e Francia in testa. Anche il Comune di Fano ha scelto di partecipare alle celebrazioni con un grande evento. Dal 12 luglio al 13 ottobre 2019 il Museo del Palazzo Malatestiano ospita, nella Sala Morganti, la mostra “Leonardo e Vitruvio: oltre il cerchio e il quadrato. Alla ricerca dell'armonia. I leggendari disegni del Codice Atlantico”, a cura di Guido Beltramini, Francesca Borgo e Paolo Clini.

L’esposizione fa parte del ciclo “Mostre per Leonardo e per Raffaello” a Pesaro, Fano e Urbino; progetto diffuso e messo in campo di concerto dai tre Comuni nell’ambito delle celebrazioni promosse dal MIBAC per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci nel 2019 e di Raffaello Sanzio nel 2020, realizzato con il sostegno dei rispettivi Comitati nazionali, il contributo della Regione Marche e l’organizzazione di Sistema Museo.

Mentre Fano celebra Leonardo da Vinci riscoprendo il legame con Vitruvio, a Pesaro si sperimenta, in dialogo con Fano, una rilettura contemporanea del De Architectura con la mostra Agostino Iacurci. Tracing Vitruvio. Viaggio onirico tra le pagine del De Architectura”. Ad Urbino, infine, è già in corso la mostra “Da Raffaello. Raffaellino del Colle”, in omaggio al ‘divin pittore’ riletto tramite le opere di uno dei suoi più fedeli seguaci. Tre appuntamenti accumunati da un unico filo conduttore, una narrazione ricca di spunti che racconta storie di grandi artisti analizzandone le connessioni che li legano al nostro territorio.

MATTEO FATO "Scena notturna sul mare"

Pin It

Pescheria FATO28 giugno – 3 novembre 2019
CENTRO ARTI VISIVE PESCHERIA – PESARO

La Fondazione Pescheria – Centro Arti Visive di Pesaro, in collaborazione con Sistema Museo, prosegue il suo programma espositivo con la mostra di Matteo Fato dal titolo "Scena notturna sul mare" a cura di Marcello Smarrelli, che inaugura venerdì 28 giugno alle ore 19 e sarà visitabile fino al 3 novembre 2019.

La mostra, pensata appositamente per Pesaro, prende avvio dal dipinto di un anonimo pittore pesarese del Seicento conservato nei depositi dei Musei Civici, convenzionalmente intitolato Scena notturna sul mare. La tela, che rappresenta una marina al chiaro di luna, è stata oggetto di studio da parte di Fato, il quale ha realizzato una nuova serie di opere che si pongono in dialogo ideale con il suo predecessore di cinquecento anni fa. L’inedito e sorprendente confronto tra presente e passato apre una profonda riflessione sulla pittura, la sua storia e la sua identità attuale.

Particolarmente attento allo spazio che accoglie i suoi lavori, al punto da includerlo come elemento costitutivo, l’artista si è lasciato guidare dalla suggestione del Centro Arti Visive Pescheria, articolato nel Loggiato della Pescheria, aperto sulla strada, e nell’ambiente dodecagonale e centrifugo della Chiesa del Suffragio.

INFO EVENT 3 ABC del marketing online

Pin It

FA Post 13Giu 19Giovedì 13 giugno 2019
FORM-ACTION - PESARO

A Pesaro proseguono gli Info Events, un’opportunità da cogliere per tutti coloro che desiderano fare un’esperienza formativa gratuita e imparare a sfruttare le potenzialità di internet e della nuove tecnologie per il lavoro e il business.

Organizzati da Retina Web Agency in collaborazione con Form-Action, giovani realtà imprenditoriali del territorio, gli incontri formativi e informativi sono pensati appositamente per aiutare a formulare una strategia digitale e commerciale ottimale per il successo della propria impresa.

Grande partecipazione anche quest’anno alla terza edizione dei corsi che proseguono giovedì 13 giugno, dopo gli appuntamenti di febbraio, sul marketing digitale in fiera, e di aprile, su Instagram per l’e-commerce. Tema del terzo Info Event è l’ABC del marketing online per una rete commerciale vincente, da seguire come di consueto dalle 15 alle 17 presso la sede di Form-Action (via Yuri Gagarin 191, info e prenotazione obbligatoria T 0721 854615 marketing@form-action.it).

LE FORME DEL TEMPO alla Sinagoga

Pin It

0010 T19 maggio - 4 luglio 2019
SINAGOGA - PESARO

In occasione della mostra Le forme del tempo in corso al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro, il programma espositivo della Fondazione Pescheria, in collaborazione con Sistema Museo, coinvolge l’antica Sinagoga sefardita con un inedito dialogo per immagini tra Fabio Barile e Domingo Milella. L’installazione, a cura di Alessandro Dandini de Sylva, inaugura domenica 19 maggio con apertura straordinaria dalle 10 alle 17 e sarà visitabile ogni giovedì dalle 17 alle 20, dal 6 giugno fino al 4 luglio 2019.

In collaborazione con la Fondazione Malaspina, durante la giornata gli artisti e il curatore saranno a disposizione per raccontare al pubblico il libro del progetto espositivo Le forme del tempo, una raccolta dei lavori esposti dai due autori in Pescheria, tra il Loggiato e l’attigua Chiesa del Suffragio, e nella vicina Sinagoga.