www.presszanchi.com utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore, rispettando la privacy secondo le norme previste dalla legge. Usando il nostro servizio, acconsenti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per saperne di più o negare il consenso leggi l'informativa completa.

OSCAR PIATTELLA: Disgregazione e unità. Solcando la misura rinascimentale di Urbino

Pin It

Oscar Piattella luniverso il colore il rosso 2016 bNuove date > 26 giugno - 11 ottobre 2020
CENTRO ARTI VISIVE PESCHERIA - PESARO

Nel 2020, anno delle celebrazioni per il cinquecentenario della morte di Raffaello, la Fondazione Pescheria - Centro Arti Visive di Pesaro presenta: Disgregazione e unità. Solcando la misura rinascimentale di Urbino”, mostra personale dell’artista marchigiano Oscar Piattella (Pesaro 1932).

Organizzata in collaborazione con il Comune di Pesaro – Assessorato alla Bellezza e la Regione Marche, con main sponsor Inveco Holding Spa, l’esposizione si inaugura il 26 giugno e sarà visitabile fino alI'11 ottobre 2020.

La mostra, a cura di Alberto Mazzacchera, ha come fulcro il corpus di opere dell'ultimissima quanto densa produzione del pittore pesarese che, nell’atelier sotto le imponenti pareti rocciose del Catria, per una vita intera ha indagato declinazioni e rifrazioni della luce, raggiungendo inusitate vette spirituali con le sue creazioni astratte. Come sottolinea il titolo, Piattela ha nutrito e nutre la sua ricerca di matrice informale, solcando la misura del Rinascimento matematico del Ducato di Urbino e, nel rileggere in chiave attualissima le magistrali fughe prospettiche presenti in tanta pittura, propone una sua personale e avvincente inquadratura, una prospettiva altra, gravata del compito di introdurre lo sguardo verso l‘infinito.

Da qui l’idea di presentare l’artista in concomitanza ai tributi per Raffaello, che è figlio di quella superba cultura rinascimentale urbinate, attecchita nella capitale del piccolo stato, infine Ducato, che i Montefeltro erano andati ritagliandosi dal Trecento all'interno dello Stato della Chiesa.

CARTELLA STAMPA

IL DIRITTO DI ESSERE DEBOLI Massimo Dolcini a Parigi nel 1989 per i diritti dell’uomo

Pin It

Dolcini banner news13 dicembre 2019 - 1 marzo 2020
PALAZZO MOSCA - MUSEI CIVICI - PESARO

Dal 13 dicembre al 1 marzo, Palazzo Mosca – Musei Civici ospita la mostra “Il diritto di essere deboli. Massimo Dolcini a Parigi nel 1989 per i diritti dell’uomo”, organizzata dal Comune di Pesaro – Assessorato alla Bellezza, in collaborazione con Sistema Museo.

L’esposizione fa tornare il grande grafico pesarese ai Musei Civici ma non solo; l’occasione è importante per riflettere sui temi sociali che hanno caratterizzato l’intera produzione di Dolcini e che sono oggi più che mai contemporanei e ricchi di spunti. L’iniziativa ripropone infatti, nella sua città, la mostra “Pour les droits de l’homme. Histoire(s) Image(s) Parole(s)”, organizzata nel 1989 a Parigi, presso il Museo Beauborg, dall’associazione Artis 89 e dal collettivo grafico francese Grapus.

Protagonisti i lavori dei sessantacinque grafici da ogni parte del mondo, tra cui Dolcini e i due italiani Pierluigi Cerri e Andrea Rauch, che presero parte al progetto voluto dal Governo Francese per celebrare il 200esimo anniversario della rivoluzione francese e della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino.

L’evento nasce da una proposta di Luigi Panzieri, grande collezionista dei poster di Massimo Dolcini (1945-2005), ed è curato da Mario Piazza, noto grafico e architetto, e Jonathan Pierini, direttore di ISIA Urbino. Il titolo “Il diritto di essere deboli” è stato scelto mutuandolo dal manifesto realizzato da Dolcini per le celebrazioni e la mostra in Francia. A ogni progettista venne donata una copia di tutti i manifesti esposti a Parigi. La serie appartenuta a Dolcini è oggi nella raccolta di Panzieri ospitata nei locali dell’ITET ‘Bramante-Genga’ e può essere ammirata grazie al suo prestito alla mostra pesarese. Un’occasione preziosa per sottolineare, a distanza di 30 anni, l’attualità dei temi trattati, attraverso una panoramica di profili e linguaggi diversi.

STEFANO UNTERTHINER presentazione libro ON ASSIGNMENT: UNA VITA SELVAGGIA

Pin It

21 dicembre Incontro Unterthiner WPY bSabato 21 dicembre 2019
CASA DELLA CULTURA - MILANO

Ultimo incontro di approfondimento organizzato dall’Associazione culturale Radicediunopercento, in occasione della mostra Wildlife Photographer of the Year 54, in corso alla Fondazione Luciana Matalon di Milano fino a domenica 22 dicembre.

Dopo gli incontri con Marco Urso, Marco Colombo e Lorenzo Shoubridge, il ciclo si conclude con la presentazione di un’affascinante pubblicazione.

Sabato 21 dicembre alle 21, alla Casa della Cultura in via Borgogna 3, sarà ospite Stefano Unterthiner, fotografo naturalista pluripremiato al Wildlife Photographer of the Year con record italiano di presenze al grande concorso indetto dal Natural History Museum di Londra. Stefano parlerà del suo nuovo e attesissimo libro “On Assignment. Una vita selvaggia”: un’avvincente testimonianza che invita a scoprire il mondo della fotografia, ma anche a riflettere sul nostro rapporto con la natura e le altre specie.

LORENZO SHOUBRIDGE presentazione libro APUANE TERRE SELVAGGE

Pin It

14 dicembre Incontro Shoubridge al WPY bSabato 14 dicembre 2019
CASA DELLA CULTURA - MILANO

Proseguono anche a dicembre gli incontri di approfondimento organizzati dall’Associazione culturale Radicediunopercento, in occasione della mostra Wildlife Photographer of the Year 54, in corso alla Fondazione Luciana Matalon di Milano fino al 22 dicembre.

Dopo gli incontri con Marco Urso e Marco Colombo il prossimo appuntamento è dedicato alla presentazione di un altro affascinante libro.

Sabato 14 dicembre alle 21, alla Casa della Cultura in via Borgogna 3, sarà ospite Lorenzo Shoubridge, fotografo naturalista premiato all’ultimo Wildlife Photographer of the Year 2019 ma anche all’edizione 2018 di cui presenta in mostra lo scatto Sinuous Moves; parlerà del suo ultimo libro “Apuane terre selvagge”. Un progetto fotografico durato oltre sei anni.

MARCO COLOMBO – presentazione libro PAESAGGI BESTIALI

Pin It

Locandina Incontro Marco Colombo WPY bSabato 30 novembre 2019
CASA DELLA CULTURA - MILANO

Proseguono gli incontri di approfondimento organizzati dall’Associazione culturale Radicediunopercento in occasione della mostra Wildlife Photographer of the Year 54, in corso alla Fondazione Luciana Matalon di Milano fino al 22 dicembre. Importanti fotografi italiani selezionati ai più prestigiosi concorsi internazionali, sono invitati a condividere la loro esperienza con il pubblico.

Sabato 30 novembre alle 21, alla Casa della Cultura in via Borgogna 3, dopo la serata con Marco Urso, sarà la volta di Marco Colombo, naturalista e fotografo premiato al Wildlife Photographer of the Year 2018, in mostra lo scatto Crossing Paths, oltre che alle precedenti edizioni del 2016 e del 2011.

Marco presenterà “Paesaggi bestiali”, il suo ultimo libro fresco di stampa, e condurrà il pubblico in un viaggio affascinante alla scoperta dei delicati equilibri che regolano le popolazioni animali e il loro rapporto con l’ecosistema. Attraverso immagini ambientate, l'autore esalterà la bellezza degli habitat naturali italiani e le atmosfere indimenticabili delle montagne selvagge dell'Europa meridionale.