MINGUZZI, SCULURE E DISEGNI

Pin It

Locandina MINGUZZI Rocca di Cento20 maggio - 20 agosto 2017
ROCCA DI CENTO - Ferrara

La città di Cento (Ferrara) rende omaggio al grande artista Luciano Minguzzi (Bologna 1911 – Milano 2004) con una mostra antologica allestita negli spazi dell’antica Rocca, meta storica per il turismo e sede di importanti manifestazioni culturali.

Promossa dal Comune di Cento e dal Centro Studi Internazionale ‘Il Guercino’, in collaborazione con la Fondazione Luciano Minguzzi, l'esposizione Minguzzi, sculture e disegni, inserita nella Notte dei Musei 2017 - patrocinata da Consiglio d'Europa, ICOM e UNESCO - inaugura sabato 20 maggio, con una lunga serata. Presentazione alle ore 21 presso il Palazzo del Governatore in Piazza del Guercino e a seguire, fino a mezzanotte, inaugurazione alla Rocca accompagnata da un concerto d'arpa live.

Un evento d’eccellenza che fino al 20 agosto invita a scoprire i luoghi dell’arte e della cultura attraverso le opere di uno dei maggiori protagonisti della scultura italiana del Novecento, ambientate tra le mura della suggestiva fortezza sorta alla fine del ‘300, per volontà del vescovo di Bologna, e il cui aspetto attuale è frutto dell’impronta voluta nel 1483 da Giuliano della Rovere, futuro Papa Giulio II.

Minguzzi ha creato oltre quattrocento sculture, sin dagli esordi ha partecipato ai più importanti eventi espositivi internazionali, ottenendo premi e riconoscimenti, e le sue opere sono approdate nelle collezioni private e nei musei di tutto il mondo.

Dopo le ultime retrospettive allestite nella sua città natale, nel 2012 e nel 2015, la mostra alla Rocca di Cento torna a rendere omaggio al maestro bolognese con una scelta di 43 opere, compresi alcuni disegni, che raccontano il percorso artistico e stilistico e ci regalano l’emozione di un’arte viva, in dialogo tra passato, presente e futuro.

PROROGA mostra DALÍ EXPERIENCE

Pin It

DaliExperience PROROGAFino al 14 maggio
PALAZZO BELLONI e MUSEO EBRAICO - BOLOGNA

La mostra innovativa, “diffusa” e immersiva, Dalí Experience, il grande evento protagonista a Bologna, in corso dal 25 novembre a Palazzo Belloni, è stata prorogata fino al 14 maggio.

Non poteva essere diversamente. Il successo di pubblico, le continue richieste di chi ancora non ha potuto esserci e la legittima soddisfazione degli organizzatori, hanno spinto per un'apertura prolungata. Chi non avesse ancora visitato la mostra ha una settimana in più per ammirare le circa 200 opere di Salvador Dalí, parte della collezione ‘The Dalí Universe’ di Beniamino Levi, collezionista e appassionato d’arte che ha permesso a con-fine Art di portare il genio dell’artista catalano a Bologna.

Nella cornice dello storico edificio di via Barberia si può ammirare un Dalí inedito e aspetti della sua produzione sconosciuta ai più. Dal cinema alla quarta dimensione, passando per gli studi scientifici e la moda, ciò che si scopre è la versatilità di un artista che ha fatto la storia del Novecento.
Non solo. L’experience si fa interattiva e multimediale, con tecnologie di ultima generazione che invitano il visitatore ad un’esperienza coinvolgente e partecipata dentro e fuori la sede espositiva.

La proroga coinvolgerà inoltre la mostra collaterale Dalí. A Jewish Experience, dal 15 marzo in corso al Museo Ebraico di Bologna in via Valdonica 1/5, in cui sono esposte due serie grafiche di Dalí dedicate al mondo ebraico e al profondo interesse che lo legò negli anni alla psicanalisi di Freud.

DALIEXPERIENCE.IT

RINASCIMENTO SEGRETO

Pin It

RinascimentoSegreto Locandina PROROGA13 aprile - 3 settembre / proroga al 1 ottobre 2017
URBINO - FANO - PESARO

Le città di Urbino, Pesaro e Fano rendono omaggio al Rinascimento promuovendo la grande mostra "Rinascimento segreto" a cura di Vittorio Sgarbi allestita dal 13 aprile al 3 settembre / proroga al 1 ottobre 2017 in tre sedi: Palazzo Ducale, Sale del Castellare, a Urbino; Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano, Sala Morganti, a Fano; Musei Civici di Palazzo Mosca a Pesaro.

La mostra è promossa da Comune di Urbino, Comune di Pesaro e Comune di Fano, con il patrocinio e contributo della Regione Marche, dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Pesaro e Urbino e dell’Anci Marche. La produzione è affidata a Sistema Museo.

Nelle tre sedi sono esposte oltre ottanta opere, tra dipinti e sculture, disegni e oggetti d’arte dall’inizio del Quattrocento alla metà del Cinquecento, di proprietà di fondazioni bancarie, istituzioni e collezionisti privati con l’obiettivo di valorizzare, come indica il titolo stesso, un patrimonio artistico quasi sconosciuto (perché non esposto nei musei pubblici), e al contempo creare un dialogo con le opere rinascimentali presenti sul territorio.

RINASCIMENTOSEGRETO.IT

CITY LEGO®

Pin It

lego CITY Locandina8 aprile – 11 giugno 2017
CENTRO ARTI VISIVE PESCHERIA - PESARO

7 milioni di mattoncini in un’unica immensa città

City Lego®, la più grande città al mondo costruita nei minimi dettagli con 7 milioni dei famosi mattoncini LEGO©, dopo essere stata esposta nella capitale arriva a Pesaro nelle Marche, e si potrà ammirare al Centro Arti Visive Pescheria dall’8 aprile fino all’11 giugno 2017.

Ideata da LAB Literally Addicted to Bricks, prodotta e organizzata da Kornice con la collaborazione di Giuliamaria Dotto, e organizzata a Pesaro dal Comune/Assessorato alla Bellezza e Sistema Museo, la mostra presenta un grandioso diorama di 15 metri per 4, ospitato nello spazio ottagonale della ex chiesa del Suffragio e introdotto da gigantografie a tema Lego, allestite nel Loggiato. A disposizione inoltre un’area ludica dove tutti potranno fermarsi e divertirsi con i mattoncini e dove ogni domenica si svolgeranno laboratori didattici.

City Lego® è il frutto della fantasia di Wilmer Archiutti, fondatore del LAB, laboratorio creativo di Roncade, in provincia di Treviso, nato allo scopo di realizzare forme e architetture di Lego, uniche e irripetibili. I celebri mattoncini-giocattolo vengono assemblati con cura certosina e uno dei giochi più creativi di sempre si è trasformato in un vero e proprio “mestiere”, grazie alla squadra di bricks addicted, specializzati nella creazione di scenografie incredibili. Un progetto che prende il nome di City Booming e che è il risultato di circa un anno di lavoro, iniziato nel 2012, con i pezzi provenienti dalla collezione di Wilmer, raccolta in 40 anni di passione.

APP IN PERFETTO STILE DALÍ

Pin It

Dalí AR Experience APP1 cFino al 7 maggio a BOLOGNA

Ultimo mese per fare un’esperienza unica, “diffusa” e immersiva con Dalí Experience, la mostra di con-fine Art dedicata al genio di Salavadr Dalí (Figueres 1904-1989) in corso fino al 7 maggio 2017 a Palazzo Belloni, fulcro di una manifestazione senza precedenti che continua a coinvolgere tutta la città di Bologna.

Circa 200 opere della collezione “The Dalí Universe” sono protagoniste di un percorso interattivo e multimediale, di ultima generazione, che invita il visitatore ad un'esperienza coinvolgente e partecipativa dentro e fuori la sede espositiva.

Da ultimo sono arrivate 4 sculture monumentali in punti strategici del centro storico, Dance of time II (1979-1984) nell’area check-in dell’Aeroporto Marconi, Homage to terpsichore (1977-1984) in Piazza Liber Paradiusus, Horse saddled with time (1980) negli storici Giardini Margherita e Profile of time (1977-1984) alla Stazione di fronte allo Shoah Memorial, e al Museo Ebraico è stata aperta l’esposizione Dalí. A Jewish Experience con due importanti serie grafiche del maestro catalano: le Dodici tribù d’Israele (1972) e le illustrazioni per l’ultima opera di Sigmund Freud Moïse et monothéisme (1975).

La dalí-mania da novembre imperversa a Bologna e per la gioia e il diletto di giovani e meno giovani nativi digitali l’esperienza si espande a macchia d’olio anche grazie alla realtà aumentata “Dalí AR Experience”. Un percorso di scoperta per osservare il paesaggio urbano con uno sguardo surrealista.