IN & OFF 2013 Danza d’autore in scena

Pin It

INOFF_Locandina_b.jpgDomenica 26 maggio 2013
TEATRO SPERIMENTALE ODOARDO GIANSANTI - PESARO

La seconda edizione di  In & Off  accoglie i pesaresi Elda Gallo e Matteo Marfoglia, danzatori in Austria e Regno Unito

Domenica 26 maggio (ore 21), al Teatro Sperimentale torna In & Off, rassegna che vuole rendere omaggio ai danzatori nati a Pesaro, o che hanno un trascorso in questa città, oggi professionisti in compagnie e teatri in Italia e all’estero.

La rassegna, con il patrocinio del Comune di Pesaro e la collaborazione di Proartis e Atelier Danza Hangart, ha già ospitato Luca Signoretti, Camilla Matteucci, Masako Matsushita e Annalisa Cioffi, e quest’anno accoglie altri due artisti figli di questa città: Elda Gallo e Matteo Marfoglia.

Elda, arriva dall’Austria, dove danza nel Gruppo ESE, a Salisburgo, con lo svizzero Sebastian Zuber e l’israeliano Eyal Bromberg. Matteo, già membro della compagnia olandese Introdans, arriva dal Regno Unito, dove danza nella National  Dance Company Wales a Cardiff.

Masako Matsushita e Roberto Lori, già in scena alla prima edizione come danzatori, partecipano in veste di coreografi, entrambi con lavori originali creati per le danzatrici della Cia Danza COBIP: Martina Ferraioli, Michela Torquati, Ilaria Battaglioni e Daniela Marinucci. Le quattro danzatrici sono alle battute finali del corso di perfezionamento organizzato da Hangart e hanno partecipato il 21 aprile scorso, con un altro lavoro a firma di Masako, alla piattaforma della danza professionale delle Marche Sotto a chi danza!, organizzata da AMAT a Civitanova. Inoltre, Martina e Michela sono state selezionate a Marsiglia per la nuova produzione del coreografo Marco Becherini, che girerà la Francia nei prossimi mesi.

Ma altri artisti, seppur non pesaresi, sono legati a questa città: è il caso di Irina Baldini, performer fiorentina, impegnata in Inghilterra, Olanda, Finlandia e Stati Uniti, e della danzatrice e coreografa giapponese Sayoko Onishi, artista dalla lunga carriera internazionale, esponente di spicco del new butoh. 

Ancora una volta, nell’accostare artisti già noti a performer che si affacciano ora al mondo dello spettacolo, è stato rispettato il titolo di questa rassegna che, nella sua locuzione impropria sul piano linguistico (abbina l’italiano ”in” all’inglese “off”), trova pieno significato nel gergo teatrale.

INFO T 0721 418596 Hangartfest

COMUNICATO STAMPA